Teatro Real

Il Teatro Real di Madrid, progettato dall’architetto comunale Antonio López Aguado durante il regno di Isabella I, fu inaugurato nel 1850, anche se la prima pietra fu posata il 23 Aprile 1818. Situato molto vicino a Puerta del Sol, è stato uno dei maggiori teatri d’Europa ma nel 1925 un crollo ne causò la chiusura temporanea. Fu riaperto 41 anni dopo nel 1966 come sala di concerti e sede del Conservatorio Reale di Madrid e della Scuola di Arti Drammatiche. Dichiarato monumento nazionale nel 1977, fu riaperto nuovamente solo nel 1997 come teatro d’opera, dopo sette anni di lavori di restauro.

L’edificio comprende diversi stili architettonici e l’area del palcoscenico di 1472 mq costituisce il gioiello che corona il teatro. Permette di fare cambi di allestimento complessi grazie alle 18 piattaforme articolate che consentono molteplici combinazioni sul palco e nella buca dell’orchestra. Con una capacità che oscilla fra 1748 e 1854 spettatori, a seconda della produzione, il teatro ha 28 palchi su diversi livelli, nonché otto prosceni e il palco reale su due livelli.

L’unico piano progettato esclusivamente per il pubblico è “La Rotonda” che circonda l’intero edificio. Comprende quattro grandi saloni decorati con diverse tonalità e elementi presi dal Patrimonio Nazionale e dal Museo del Prado. I lampadari furono creati dalla Fabbrica Reale del Vetro di La Granja.

Il teatro organizza visite guidatein varie lingue. I visitatori hanno accesso sia alle aree pubbliche che al backstage, dove apprenderanno i particolari di come si svolgono le prove, dove i musicisti provano prima di uno spettacolo e di ciò che avviene nelle diverse sale e diversi reparti del teatro.

Este sitio web utiliza cookies para que usted tenga la mejor experiencia de usuario. Si continúa navegando está dando su consentimiento para la aceptación de las mencionadas cookies y la aceptación de nuestra política de cookies, pinche el enlace para mayor información.plugin cookies

ACEPTAR
Aviso de cookies